Piccoli Prestiti Veloci con Cambiali

Chi ha più di un finanziamento in corso può richiedere un piano di consolidamento debiti se ha la necessità di abbassare la rata mensile, accorpando tutti i finanziamenti in essere. Questo però non sempre è possibile e a volte è necessario utilizzare una via di credito alternativa. Tra le varie possibilità vi è quella dei prestiti con cambiali.

Con i prestiti cambializzati è facile ottenere un finanziamento tra i 500€ e gli 80.000€. La velocità di erogazione del prestito con cambiali dipenderà dal tipo di garanzia presentata e dall’importo richiesto.

Maggiore sarà l’importo che il cliente richiederà all’istituto di credito e maggiori saranno i controlli che dovranno essere effettuati. Di conseguenza a maggiori controlli corrisponderà una maggiore perdita di tempo e questo andrà ad influire sulle tempistiche di erogazione dell’importo che è stato richiesto dal cliente.

Se vogliamo parlare di prestiti cambializzati veloci dobbiamo quindi specificare che solo i piccoli importi vengono erogati con rapidità, e solitamente si tratta di piccole cifre, magari inferiori ai 2.000€. Si parla quindi, almeno nella maggioranza dei casi, di prestiti cambializzati veloci quando la somma di denaro richiesta non supera i 2.000€.

Chi può richiedere un prestito cambializzato?

Al contrario dei classici prestiti personali, questa linea di credito è aperta un pò a tutti, a patto che il cliente sia in possesso di garanzie reddituali alternative.

Il prestito cambializzato può infatti essere richiesto dai soggetti protestati, dai cittadini con in atto un protesto e da chi non ha una busta paga. E’ possibile anche che il finanziamento venga erogato nei confronti di coloro che hanno più di un disguido finanziario tra quelli appena elencati.

Per richiedere un prestito con cambiali occorre un garante?

Non sempre. In alcuni casi è necessario che un garante partecipi nel contratto finanziario, nonostante per il rimborso vengano utilizzate le cambiali. Questo viene a verificarsi però solo nei casi limite dove il cliente oltre a non avere nessuna forma di reddito, non è in possesso nemmeno di un bene di valore che, in caso di mancato pagamento delle cambiali, potrebbe essere pignorato dalle autorità per poi essere rivenduto e consentire all’istituto di credito di rientrare in possesso del capitale investito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *