Primi passi nel mercato dei cambi: la scelta del broker

Uno degli aspetti che può fare la differenza nel trading sulle valute è, senz’altro, la scelta dell’intermediario da parte dell’investitore. Se vuoi giocare in Borsa online con qualche speranza di successo, hai bisogno di affidarti ad un broker forex che ti offra determinati servizi, compatibili con il tuo profilo e le tue esigenze.

Come sai, affinché un ordine venga immesso sul mercato, è necessario che un trader apra un conto finanziario presso un intermediario che, contemporaneamente, ha anche il compito di garantire all’operatore l’utilizzo di una piattaforma di trading e degli strumenti annessi.

Criteri per valutare l’affidabilità e l’efficienza di un intermediario online

Un broker regolamentato, ovvero una società che opera in conformità con le direttive europee, guadagna dal cosiddetto spread. Ti spiego meglio. Una coppia di valute comprende due monete con una certa differenza di valore denominata tasso di cambio. Ad esempio, è possibile che il tasso di cambio tra euro e dollaro statunitense sia di 1,234. Compravendendo la coppia tramite il tuo broker potresti vedere il suddetto valore aumentare leggermente (mettiamo il caso che esso arrivi a 1,236). Ciò significa che la commissione per la tua operazione, applicata dal tuo broker, è di due pips, ovvero di due unità di misura.

L’ammontare delle commissioni è uno degli aspetti che devi valutare nel momento in cui ti trovi nella condizione di dover scegliere un nuovo broker, ma non è l’unico. Stabilite le autorizzazioni e i costi, andrai a valutare servizi più specifici:

  • Tipologia di conto (come viene gestito e deposito minimo richiesto)
  • Piattaforma di trading (è ben recensita? È facile da usare? È disponibile in versione mobile?)
  • Formazione e conto demo (a che tipo di materiale didattico ti viene dato accesso? Puoi simulare le operazioni di trading prima di iniziare? L’account dimostrativo è gratuito?)
  • Supporto e assistenza (se hai bisogno di aiuto a chi puoi rivolgerti? Quando? Puoi ricevere informazioni nella tua lingua?)

Quelli sopraelencati sono i servizi essenziali di cui un trader principiante ha bisogno, ma soprattutto egli necessita di qualità. La tua scelta, quindi, non deve essere basata solo sulla convenienza. Con il forex devi puntare i profitti, non il risparmio.

Bonus trading: cos’è?

Una breve parentesi va aperta anche sugli incentivi proposti dai broker ai propri clienti. Attualmente, quasi tutti i migliori intermediari forex premiano i trader nuovi iscritti con un bonus da utilizzare per gli investimenti.

Ovviamente, in base a quanto detto sopra, non andrai a scegliere il tuo intermediario per il bonus più interessante, tuttavia voglio dirti che si tratta di una possibilità non da poco. Infatti, pur potendo simulare le negoziazioni con le valute tramite un conto demo, operare con soldi reali è certamente un migliore esercizio. Farlo con un bonus significa non rischiare alcuna perdita, in quanto andresti ad investire con soldi che non fanno parte del tuo capitale originale. Prendi in considerazione questo servizio, se disponibile, ma non tralasciare mai di prendere visione dei termini e delle condizioni di fruibilità di qualsiasi offerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *